Inserzioni Telematiche Gazzetta Ufficiale

Inserisci in via Telematica le tue Pubblicazioni sulla Gazzetta Ufficiale (Bandi di Gara, Avvisi d'Asta, Convocazioni d'Assemblee, Esiti di Gara, ecc..) utilizzando il nuovo servizio on-line che la nostra libreria ti offre come Concessionaria dell'Istituto Poligrafico dello Stato.
Risparmia Tempo facendo l'Inserzione On-Line direttamente dal pc del tuo ufficio.

Nuove Regole Tipografiche e Redazionali

Allo scopo di garantire la leggibilità, il testo dell’inserzione non dovrà essere compattato: sarà cura dell’inserzionista lasciare uno spazio dopo ogni segno di interpunzione e andare a capo ad ogni capoverso o sezione.

***

Le inserzioni relative a bandi e avvisi inviate per la pubblicazione dovranno comunque essere conformi nei contenuti alle disposizioni del D.lgs. 12 aprile 2006, n. 163 (denominato anche “Codice”), pubblicato nella G.U. n. 100 del 2 maggio 2006.

In particolare, in base al combinato disposto degli artt. 66 e 124 del Codice, i bandi e avvisi di gara vanno pubblicati integralmente in GURI e per estratto in almeno due dei principali quotidiani a diffusione nazionale e regionale.
Pertanto, la pubblicazione del bando per estratto è prevista esclusivamente sui quotidiani nazionali e regionali, e non nella GURI, nella quale va pubblicato il bando integrale corredato dai requisiti minimi previsti dalla normativa vigente.
Conformemente a tale ratio, non sono ammissibili, né tantomeno in linea con la suddetta normativa, bandi ed avvisi di gara pubblicati per estratto e contenenti il mero rinvio a siti internet per la consultazione integrale del bando stesso.
Per quanto concerne le informazioni che devono figurare nei bandi e negli avvisi di gare di appalto pubbliche si rinvia alle prescrizioni di cui all’ All. IX A – B e C del D.lgs 163/2006.

Allo scopo di migliorare la leggibilità e la veste tipografica, si raccomanda di redigere l’ inserzione, suddividendola in SEZIONI ed andando a capo almeno per ciascuna SEZIONE, seguendo a titolo indicativo il seguente schema:

> SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE, scritto in MAIUSCOLO.

> SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO.

> SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO.

> SEZIONE IV: PROCEDURA.

> SEZIONE V : (EVENTUALE).

> SEZIONE VI : ALTRE INFORMAZIONI.

Con l’entrata in vigore della Legge 13 agosto 2010, n. 136, come modificata dal D.L. n. 187/2010 sono soggette all’obbligo di richiesta del CIG tutte le fattispecie contrattuali di cui al D.Lgs. 163/2006 indipendentemente dalla procedura di scelta del contraente adottata e dall’importo del contratto. Il CIG, rilasciato dall’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici, va pertanto indicato contestualmente alla richiesta di pubblicazione dell’inserzione. Ogni ulteriore informazione potrà essere reperita sul sito dell’AVCP: http://www.avcp.it/